International Open Data Day Italia 2013

Lascia un commento

International Open Data Day Italia 2013 –.

Il nuovo quadro normativo delineato nei due recenti decreti “Crescita” definisce un contesto favorevole allo sviluppo del movimento Open Data, che anche in Italia da circa due anni è già particolarmente vivace. Riteniamo che per accompagnare questa crescita e favorire il consolidamento operativo e metodologico del movimento sia assolutamente essenziale il coinvolgimento e la partecipazione di tutti i soggetti che a vario titolo sono coinvolti, con l’obiettivo anche di affiancare il lavoro degli organismi istituzionali con riflessioni, analisi, indicazioni, materiali. Sulla rete questo dibattito è stato già da tempo avviato in forma assolutamente spontanea. Per valorizzare queste energie crediamo che la strada non possa che essere un’iniziativa che parta dal basso, dal coinvolgimento diretto di tutti i soggetti, pubblici e privati, che hanno finora lavorato in Italia su open data e linked open data. La terza edizione dell’International Open Data Day – che si svolgerà il 23 febbraio 2013 – può essere il contesto in cui collocare un appuntamento operativo durante il quale presentare e discutere pubblicamente suggerimenti, indicazioni, materiali a sostegno dell’attività dell’agenzia per l’Italia digitale in questo campo.

Annunci

Un barcamp sul tema open data a Perugia

Lascia un commento

Mi piacerebbe partecipare (ma probabilmente non potrò), in ogni caso segnalo:

L’Associazione Italiana per l’Open Government organizza un evento nell’ambito del Festival Internazionale del Giornalismo 2012. Questo evento, che si terrà a Perugia il 28 aprile 2012 (ore 9,30-13,30) ha l’ambizione di fare incontrare amministrazioni, sviluppatori e giornalisti per discutere dei benefici e dei rischi legati alla disponibilità on line di un numero sempre crescente di dati pubblici (c.d. “Open Data”).

viaDatacamp al Festival del Giornalismo 2012.

Segnalazioni varie

Lascia un commento

A Torino, CSI Piemonte è capofila di un nuovo progetto europeo che ha il focus sugli Open Data. Per maggiori approfondimenti:

http://www.csipiemonte.it/cms/magazine/news/677-progetto-europeo-open-dai-iniziano-i-lavori.html

A Trento, si cerca un Open Data Specialist

http://www.trentorise.eu/jobs/15-2-12/open-data-project-specialist

Porte Aperte: i vostri grafici, e studi su database aperti | OpenDataBlog

Lascia un commento

OpenDataBlog, lo spazio di Sole-24ore dedicato all’approfondimento del tema, invita i lettori a inviare elaborazioni di dati aperti.

Porte Aperte: i vostri grafici, e studi su database aperti | OpenDataBlog.

Anche il Veneto segue la strada Open Data

Lascia un commento

NetSIRV, la piattaforma dedicata allo sviluppo della società dell’informazione e dei processi di e-government, da notizia della delibera appena approvata dalla Giunta della Regione Veneto.

Open Data | Community NetSIRV.

Il testo della delibera dichiara che:

ha lo scopo di autorizzare la realizzazione e la messa in opera del portale internet regionale “dati.veneto.it” per la pubblicazione dei dati pubblici (“open data”), consentendo ai cittadini, alle imprese e alle altre pubbliche amministrazioni interessate di fruire, in modo semplice e intuitivo, del patrimonio informativo dell’Amministrazione Regionale nonché degli Enti ed Agenzie strumentali di Regione del Veneto

Parallelamente, la delibera autorizza la costituzione di un gruppo di lavoro sugli Open Data avente il compito di affrontare aspetti tecnici e giuridici legate al nuovo portale, nonché di condurre un’adeguata attività di divulgazione dello stesso e dei suoi contenuti.

Gli open data fanno risparmiare

Lascia un commento

Il magazine Agora Vox rende nota una curiosa e interessante notizia:

http://www.agoravox.it/Open-data-la-Gran-Bretagna.html

A quanto pare il governo britannico ha affermato che grazie alla pubblicazione di dati aperti in relazione alle proprietà immobiliari governative sono stati risparmiati oltre 100 milioni di sterline nei primi tre trimestri del 2011 (per il dato definitivo sull’anno si dovrà aspettare un po’). A quanto pare questo risparmio è stato possibile perché la gestione trasparente dei dati ha concesso un’amministrazione più controllata ed efficace degli immobili, evitando per esempio le nuove acquisizioni e potendo valutare con maggior precisione le disponibilità di spazio e risorse di ciascun edificio.

Tim Berners-Lee: “Tutti i nostri dati valgono oro”

1 commento

La Stampa traduce e ripubblica l’articolo di Tim Berners Lee e di Nigel Shadbolt sugli Open Data, uscito il 31 dicembre scorso su The Times

Tim Berners-Lee: “Tutti i nostri dati valgono oro”.

Older Entries

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: